IMPIANTO PER LA PRODUZIONE DI COMPOST DI QUALITA’

 

render ritagliato

La società Ecologia Viterbo S.r.l. ha presentato in data 14.09.2012 istanza di autorizzazione per la realizzazione di un impianto per la produzione di compost di qualità ottenuto dal trattamento dei rifiuti urbani di matrice organica provenienti dalla raccolta differenziata (FORD) e rifiuti verdi.

L’impianto ha una capacità di Trattamento di 30.000 t/a e produce oltre 11.000 t/a di “compost di qualità”.

 

L’impianto verrà realizzato nel Comune di Viterbo, in località “Le Fornaci” individuata dalle coordinate geografiche:

  • Lat: 42°27’22.20” Nord;

  • Long: 12°00’12.57” Est.

Il lotto su cui verrà realizzato l’impianto si trova all’interno dell’area prevista nell’A.I.A. n.28 del 15 marzo 2007 per la discarica per Rifiuti Speciali Non Pericolosi gestita dall’Ecologia Viterbo S.r.l..

Il sito verrà completamente separato dal resto dell’area e sarà adibito esclusivamente al nuovo impianto di compostaggio.

In particolare l’impianto andrà ad impegnare l’area distinta al N.C.T. del Comune di Viterbo al Foglio n.112, particella 196.

L’impianto è stato progettato in linea con le BAT tecniche contenute nel Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti del Lazio.

Il processo di trattamento utilizza tecnologie che puntano alla massima semplicità di funzionamento unita all’elasticità del processo.

Il processo di produzione di compost di qualità si articola nelle seguenti fasi:

  • Triturazione dei rifiuti di ingresso;
  • Maturazione;
  • Raffinazione del compost;
  • Stoccaggio del prodotto finito.

L’impianto consentirà il compostaggio di circa 100 t/g di rifiuti solidi ad elevata natura organica e sarà operativo 300 gg/anno, per un quantitativo totale trattato annualmente pari a 30.000 t/a.

L’impianto occuperà circa 10 addetti, impiegati su due turni lavorativi.

L’impianto è stato progettato per una potenzialità di trattamento così ripartita:

POTENZIALITA’ GIORNALIERA

Residui organici

80 t/g

Residui ligneo cellulosici

20 t/g

 

POTENZIALITA’ ANNUA

Residui organici

24.000 t/a

Residui ligneo cellulosici

6.000 t/a