Ecologia Viterbo Srl è una società privata operante nel campo dello smaltimento dei rifiuti urbani e assimilabili e gestisce direttamente:

  • L’impianto di trattamento meccanico biologico (TMB) dei rifiuti solidi urbani sito nel comune di Viterbo in località Casale Bussi della potenzialità di trattamento di circa 215.000 ton/anno di RSU a servizio delle Province di Viterbo e Rieti. Nella stessa area è presente una discarica per Rifiuti non pericolosi in fase di gestione post-operativa esauritasi nel 1999;

  • La discarica per rifiuti non pericolosi sita nel comune di Viterbo in località Le Fornaci che si estende su una superficie complessiva di circa 50 ettari ed è articolata in tre invasi di cui due esauriti ed uno coltivato dal 2009. Tali invasi dispongono di una rete di captazione collegata a due impianti per il recupero energetico del biogas con una potenza complessiva di circa 3MW.

  • La società Ecologia Viterbo S.r.l. ha presentato in data 14.09.2012 istanza di autorizzazione per la realizzazione di un impianto per la produzione di compost di qualità ottenuto dal trattamento dei rifiuti urbani di matrice organica provenienti dalla raccolta differenziata (FORD) e rifiuti verdi. Il lotto su cui verrà realizzato l’impianto si trova all’interno dell’area di discarica per rifiuti speciali non pericolosi in Loc. le Fornaci.

L’impianto è ubicato nel settore occidentale del comune di Viterbo a circa 8 km dal centro abitato, ricade all’interno della zona agricola lungo la via Teverina. Il sito è raggiungibile attraverso la S.P. Teverina nonché dalla S.P. Ombrone.

L’area di discarica ricade nella porzione nord occidentale del territorio comunale di Viterbo a circa 10 km dal centro abitato ed è raggiungibile dalla S.P. “Verentana” attraverso la Strada comunale della Commenda o mediante la S.P. “Tuscanese” che interseca la Strada Lemme.

Ecologia Viterbo Srl è una società all’avanguardia, che punta costantemente a migliorare dal punto di vista professionale e tecnologico. Gli impianti vengono aggiornati ed implementati con nuovi macchinari e sistemi che permettono di aumentare la quantità di materiale recuperato e ridurre l’impatto sull’ambiente. Per adeguarsi all’evoluzione del ciclo dei rifiuti, l’azienda ha pensato di espandere la propria professionalità anche al campo dei rifiuti organici. L’esigenza nasce dal presupposto della mancanza di un tale impianto nella provincia di Viterbo e questo potrebbe ottimizzare i trasporti e ridurre i costi di trattamento.